Caricamento immagini...

Tag: Raymond Weil

Orologi che ricordano la musica

Nel formar di soloPolso non c’è il sommario, così per incuriosire i lettori pubblichiamo, in tema con il titolo, alcuni orologi di Artya, Cartier, Chopard, Christophe Claret, Confreries des horlogers, D&G, Hamilton, Mido, Parmigiani, Pierre de Roche, Oris, Raymond Weil, Steinway&Sons e Ulysse Nardin, individuati riordinando un archivio più che ventennale.

No summary in soloPolso magazine, therefore we are writing above some Brands tied for their  watches names to music (we found them in our archives). Leggi tutto

2018 San Valentino n°2

C’è stata – dopo il S.Valentino 1 –  una minivalanga di email con orologi adatti al 14 febbraio, non tutti, a dire il vero, dedicati alla festa degli innamorati, ma con un po’ di buona volontà si può farli passare per tali.

We received a lot of email about new Valentine’s watches and are glad to publish them, even if they are not a real tribute to February 14th; in fact every rose o red detail can modify a watch in a Valentine’s one. Leggi tutto

Raymond Weil dedicati a Bob Marley

Due anni fa l’11 maggio Ernesto Assante scrisse su La Repubblica un appassionato articolo su Bob Marley; il cantautore giamaicano era scomparso 35 anni prima, ma il suo spirito e ciò che aveva portato nella musica moderna era ancora di piena attualità.

Bob Marley died 37 years ago, but his ideas and music are still living; in 2015 a journalist wrote on daily newspaper La Repubblica a passioned article, to day Raymond Weil’s collection Tango offers three watches, tribute to Bob Marley and reggae.
Leggi tutto

Pre Baselworld 2017, Raymond Weil

Nel mondo della musica non c’è chi non conosca Gibson e le sue chitarre che sin dal 2015 hanno una stretta partnership con RW: così per questo vasto pubblico Raymond Weil, dopo i segnatempo dedicati alla lirica e alla musica classica, ha scelto il Freelancer per coinvolgere con un nuovo cronografo anche chi ama le chitarre e il jazz.

For people loving Gibson guitars and Lester William Polsfuss (Les Paul), the new Freelancer self-winding chronograph, many details remember those romantic years. Leggi tutto

Ancora sui Diver

Ancora proposte fra gli orologi Diver, realizzati da Raymond Weil e da Oris con casse w.r. m.300 e m.1000.

Here a new Diver shown few days ago by Raymonf Weil (Tango quartz chronograp w.r.m.300) and one (ore better two) seen in Baselworld 2016 by Oris (w.r.m.1000 and special one for Great Barreier Reef w.r.m.500 born in 2015).

Leggi tutto

Raymond Weil non solo musica, ma anche sport

Sia il fondatore del Marchio, sia la sua famiglia, sono sempre stati appassionati di musica, Raymond Weil ha anche dato il nome delle opere preferite (molte erano capolavori verdiani) a diversi orologi.

Raymond Weil and his family have always been fond of music, during Baselworld 2016 we saw a special Maestro, tribute to Beatles, now the Brand supports also a swiss sailing team.

Leggi tutto

“Cello” il nuovo Nabucco di Raymond Weil

Pochi giorni fa abbiamo scritto dei legami fra questo marchio, la famiglia che lo ha fondato nel 1976 e la musica (in particolare con il violoncello) oggi torniamo su Raymond Weil per la recente versione del Nabucco “Cello” con scappamento a tourbillon.

A few days ago we wrote about Raymond Weil’s love for music and here there is the last Nabucco, Cello, with tourbillon, steel and titan case ø 46 mm sub 20 atm. with many musical details.

Leggi tutto

Raymond Weil e la musica

A Baselworld lo stand di Raymond Weil ha la forma di un violoncello. Elie Bernheim, nipote di Raymond e dal 2014 CEO della Marca, è un virtuoso di questo strumento, mentre sua mamma è un’apprezzata pianista.

Raymond Weil booth is like a cello, and Elia Bernheim Raymond’s nephew and CEO of the Brand plays cello. Going on with family tradition (many RW have musical names) new watches are dedicated to Sinatra, Gibson brand and for ladies there is Toccata.

Leggi tutto

Raymond Weil, omaggio al fondatore

XZ maestro_14845-GC5-65001_CLP_dial_RGB_300dpi_RVB_FOR_WEB_USE_ONLYUn Maestro per il Maestro, il cronografo realizzato quest’anno per ricordare l’opera di Raymond Weil che nel 1976, insieme a Simone Bedat, fondò l’azienda orologiera ginevrina, fa parte della collezione Maestro e il gioco di parole viene spontaneo.

A Master for a Master, tribute to Raymond Weil founder of the Brand in 1976. He loved music and wanted for watches opera and musical names, even in Baselworld booth is like a cello. On web a video remembers Raymond Weil with friends saying only a single word; I met him many times, he was gentleman of the past while watches were contemporary. Now Elia Bernheim, third generation, follows grandfather and father’s steps.

 

Leggi tutto

Raymond Weil: III generazione

La guida di questa Maison ginevrina, una delle poche indipendenti, ha visto l’8 aprile un cambiamento al vertice.

Leggi tutto