Caricamento immagini...

Bisogna avere coraggio

All’inizio del secondo decennio del Duemila avevamo definito il 2011 un anno impegnativo per il nostro comparto e all’inizio del terzo ci troviamo a constatare come molti problemi siano ancora di grande attualità.

During 2000 second ten-years we wrote that 2011 was a challenging year and even now, after almost 10 years many problems are still here.

La globalizzazione ha appiattito l’offerta, la produzione orologiera viene stabilita in termini relativi ai diversi mercati che mostrano cambiamenti difficili da prevedere, la sopravvivenza del negozio specializzato può essere garantita solo da una sua evoluzione per affrontare la concorrenza della Rete e delle boutique monomarca, cultura e tradizione da sempre legati agli orologi delle fasce più alte, sembrano essersi appannate e ci vuole molto coraggio per continuare ad essere, almeno nel nostro Paese, imprenditori orologieri.

Dopo quasi 10 anni molti problemi sono ancora attuali

Però ci sono anche situazioni che a volte non si leggono sui giornali, forse perché il cattivo o la tragedia fanno più notizia di un’opera buona o perché le cattive notizie sono in quantità preponderante, così lo Speciale cartaceo Buone Notizie del Corriere della Sera, che il 1° gennaio, giorno in cui non escono i quotidiani, viene distribuito gratuitamente in 19 città, è un incitamento alla speranza, quella che si dovrebbe avere all’inizio di un nuovo anno; tra i vari argomenti di quello Speciale non ce ne sono di legati al comparto orologiero, ma non si può mai dire, forse in futuro qualcosa cambierà. Quindi auguri per un sereno 2020!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *