Caricamento immagini...

Annual Calendar: Ulysse Nardin e A.Lange&Soehne

Da quando nel 1996 Patek Philippe ha presentato il calendario annuale, poi realizzato in più di venti versioni e in tre collezioni, sono molte le Marche che hanno scelto questa complicazione affiancandola a volte alle fasi lunari.

Since 1996 when Patek Philippe made Annual Calendar (up to now more than twenty versions in three collections many Brands offer this complication; between the last, Ulysse Nardin and Lange&Soehne.

Meno difficile da realizzare e meno costoso di un calendario perpetuo, più comodo di un calendario completo che deve essere regolato per la diversa durata dei singoli mesi, il calendario annuale, che va regolato solo alla fine di febbraio è semplice da usare e in linea con la vita moderna. In quanto alle fasi lunari queste sono precise per almeno 100 anni, con picchi (almeno sulla scorta di studi teorici) che arrivano a tre secoli e anche molto di più.

Patek Philippe Annual Calendar del 1996 e del ventennale

Fra i calendari annuali più recenti ricordiamo quello di Ulysse Nardin, che ha festeggiato il 20°anniversario della collezione Marine e ha visto anche una edizione speciale di 100 esemplari dedicati sul quadrante e sulla data al Monaco Boat Show 2017, e quello di A.Lange&Soehne, che dal 2010 lo aveva nella collezione Saxonia e quest’anno lo ha proposto nella 1815, che ricorda l’anno di fondazione della Marca. Due Manifatture dunque di grande prestigio e due orologi da ammirare almeno in rete o sulla carta se non rientrano nel nostro budget.

Ulysse Nardin Chronometer Annual Calendar

ULYSSE NARDIN il cambio di data ruotando la corona avanti o indietro è una grande comodità che distingue molti modelli della Marca di Le Locle, il quadrante in smalto Grand Feu (blu o bianco nel modello dedicato al Boat Show) è un plus che si lega al passato, il movimento automatico ha ottenuto il certificato di cronometro dal COSC, cassa in acciaio o 43 mm w.r.100 m. Nel movimento calibro UN-113, progettato in house, con scappamento e spirale in silicio, il modulo del calendario annuale è stato semplificato rispetto ad altri, è composto infatti da soli 7 componenti, c’è la riserva di carica, i rubini sono 56 e 28.800 le A/h. E per chi non sa rinunciare alla cronografia c’è anche il calendario annuale cronografo, movimento automatico Calibro UN-152 sempre progettato in house

A.Lange e Soehne Saxonia e 1815 Annual  Calendar

A.LANGE & SOEHNE – Collezione Saxonia: il movimento automatico SAX-0-Annual Calendar Mat di Manifattura ha la massa oscillante in oro e la funzione di zero rese. Collezione 1815, in questa collezione il Calendario annuale è montato sul movimento di Manifattura Calibro L051.3 a carica manuale con tre giorni di carica, 21.600 A/h, il modulo del calendario annuale ha uno spessore di mm 1,4; la cassa ø 40 mm, è in oro rosa o bianco, sul quadrante argenté la gran data. Le fasi di luna mostrano uno scarto solo dopo 122 anni e sei mesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *